Louis Braille…e google

January 4, 2006 at 1:30 pm (Riflessioni)

Braille

..e Google commemora il giorno di nascita dello scomparso (150 anni fa) Louis Braille, l’inventore del metodo di lettura e scrittura dei non vedenti. Infinita gratitudine da coloro che hanno avuto la possibilità di comunicare…..una infinita superficialità da chi, come me, si accorge solo in questi momenti quanto sia importante avere una percezione visiva…è sempre la stessa storia: dobbiamo perderle per forza le cose, per poterle apprezzare!! 😦

…e allora mi impegno di più affinchè questo non accada…..🙂

Credo che l’esperienza della mia amica, in passato accompagnatrice di persone non vedenti, ti insegni a veder la vita con altre prospettive…e credo lei sia stata fortunata ad avere l’occasione per conoscere altre realtà…ricordo che rimasi positivamente colpita da questo suo lavoro, perchè sono convinta che  ci vuole una sensibilità sottile per evitare di incorrere nell’errore di credere che noi vedenti, siamo INDISPENSABILI per loro, non vedenti…

Titty

 

2 Comments

  1. jaty said,

    Per quanto il loro mondo sia limitativo rispetto al nostro, che possiamo vedere davvero tutto a 360 gradi, resta pur sempre un mondo meraviglioso…. Fatto di complementi ancor più particolari…. Conoscevo un ragazzo che addirittura si accompagnava tra i vicoli di Roma, città in cui viveva e studiava, con il suo amico del cuore….il bastone per non vedenti! Una volta mi raccontò che, da non vedente quale era ed è, riaccompagnò a casa due suoi amici, vedenti, completamente cotti dall’alcool!!! Riusciva ad evitare ostacoli grazie ad una sensibilità altissima dello spostamento dell’aria…cioè, avvertiva quando era sul punto di incappare contro un muro oppure una macchina, grazie alla sensazione dell’aria che di fronte ad una ostacolo aveva delle variazioni!!! Incredibile!!! Bravo Dj, masterizzatore di Cd!!! Ancora mi vien da dire Incredibile!!! E la scrittura Braille, è qualcosa di altamente misterioso e affascinante!!! La persona a cui ero stata affidata, durante l’anno di Volontariato e Servizio Civile, Roberto, faceva una vita normalissima in casa. Sposato, padre di tre figli, cucinava, faceva il bucato, e batteva il ferro, ed una volta guidò anche la macchina!!! Potrei raccontarne per ore! Un mondo diverso per alcuni aspetti ma da cui trarre tantissimo…

    JEI______*——

  2. jaty said,

    Ci piacciono questi racconti….brava Jane!

    Titty🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: